BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

AGRIGENTO/ Spari da un fucile, in coma bambino di 6 anni. Si esclude la pista mafiosa

Foto AnsaFoto Ansa

 
Secondo Rosetta si è trattato di «gelosia fra ragazzi. Mio fratello è amico con tutti, abbraccia e bacia tutti. Questa cosa a qualcuno non sta bene». Il questore di Agrigento Girolamo Di Fazio, non crede alla pista mafiosa, ma è convinto che sia « difficile pensare soltanto a un incidente di caccia, visto che si tratta di due scariche esplose in successione, come negli agguati di mafia».

 

Per il procuratore della Repubblica di Agrigento Renato Di Natale, invece, «l'ipotesi della gelosia mi sembra semplicistica. Se si trattasse di mafia, se ne occuperebbe la Dda di Palermo. In questo momento ce ne occupiamo noi perchè in effetti nulla lascia ipotizzare l'agguato di mafia se non nelle modalità. Ed è poco».

© Riproduzione Riservata.