BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SANTO DEL GIORNO/ 7 gennaio 2011, San Raimondo di Peñafort

sanraimondo_R400.jpg (Foto)



SANTO DEL GIORNO SAN RAIMONDO DI PENAFORT -
Raimondo si occupò per conto del pontefice di raccogliere tutte le "Decretali", le decisioni papali, un lavoro che venne promulgato il 5 settembre 1234, con una presentazione alle università di Parigi e Bologna. Nel 1238 fu eletto Maestro Generale del suo Ordine, alla morte di Giordano da Sassonia, venerato come beato dalla Chiesa cattolica.

Raimondo si dedicò con grande forza alla lotta contro l'eresia in Spagna e allo stesso modo si impegnò per la conversione degli infedeli. Fu lui a convincere Tommaso d'Aquino a scrivere un testo apposito per i missionari affinché fossero in grado di sostenere il dialogo con i musulmani,la "Summa contra gentile". Fu molto impegnato nella lotta contro l'eresia in Spagna e gli era molto a cuore la missione per evangelizzare gli "infedeli".

Tanto che spinse Tommaso d'Aquino a comporre un testo per fornire i missionari delle conoscenze intellettuali necessarie a controbattere le obiezioni dei musulmani: "Summa contra gentiles". All'età di 70 anni tornò in Spagna, lasciò ogni incarico ufficiale e si dedicò alla conversione di musulmani ed ebrei.

© Riproduzione Riservata.