BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IM-SCOUTING/ Il “Mossad” del calcio: schedati 50mila giocatori

rete-pallone-golR400.jpg (Foto)

 
Non a caso, fanno parte dell’agenzia persone che hanno lavorato anni nell'intelligence militare israeliana. «Facciamo cose che i club non possono permettersi. Mi viene in mente quando un club greco ci ha chiesto notizie su Mozart, del Livorno, e alla fine ha deciso che costava troppo. O Pablo Hernandez, che dopo il nostro report fu scartato alle selezioni per una squadra inglese...» spiega Zac Ezrati, che nell'esercito era addetto alle telecomunicazioni. Tra i giocatori schedati, alcune “chicche”: Mario Balotelli, «Uno che si caccia nei guai»; Adrian Mutu, con la parola cocaina alla nona riga, e Felipe Melo, «troppo aggressivo e irresponsabile».

© Riproduzione Riservata.