BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CENSIMENTO 2011/ Giovannini (Istat): vi spiego come e perché rispondere al questionario

Molti italiani hanno già ricevuto il questionario per il Censimento Istat. ENRICO GIOVANNINI ci spiega come dovranno comportarsi per rispondere e perché è importante farlo

I questionari per il Censimento Istat (Foto Ansa) I questionari per il Censimento Istat (Foto Ansa)

Come ogni dieci anni dall’Unità d’Italia (a parte nel 1891 e nel 1941, rispettivamente per ragioni finanziarie e belliche), i cittadini italiani, a partire dallo scorso 9 ottobre, sono chiamati a rispondere al questionario sul Censimento generale della popolazione e delle abitazioni dell’Istat. I tempi per compilare il questionario variano a seconda dell’ampiezza del Comune di residenza: entro il 31 dicembre 2011 nei comuni con meno di 20.000 abitanti; entro il 31 gennaio 2012 nei comuni compresi tra 20.000 e 150.000 abitanti; entro il 29 febbraio 2012 nei comuni con più di 150.000 abitanti. Per la prima volta nella storia, le risposte potranno essere fornite anche via internet. A questo proposito, nonostante le difficoltà delle prime ore, il Presidente dell’Istat, Enrico Giovannini, ci assicura che già da lunedì la situazione è tornata alla normalità: «Siamo stati colti di sorpresa, i server erano dimensionati per 300 mila contatti l’ora e la media è stata di 400 mila, con punte di un milione. Ora abbiamo raddoppiato i server».


Presidente, procediamo con ordine: ci spieghi innanzitutto cosa dovranno fare gli italiani una volta ricevuto il questionario.

Ogni famiglia dovrà compilare il questionario e potrà farlo scegliendo la modalità che le è più congeniale: via internet - collegandosi al sito dedicato censimentopopolazione.istat.it e utilizzando la password stampata sulla prima pagina del questionario - oppure servendosi del modello su carta ricevuto per posta. Una volta compilato, il questionario cartaceo può essere restituito a un qualsiasi ufficio postale (ma non imbucato nelle cassette delle lettere!) oppure a uno dei Centri di raccolta allestiti dal proprio Comune di residenza: l’elenco completo di questi centri è disponibile sullo stesso sito dedicato al Censimento.

Quali consigli si sente di dare per la compilazione?

Più dei consigli vorrei dire che si tratta di un impegno assolutamente alla portata di tutti: le domande del questionario sono abbastanza semplici e intuitive, sia quelle che riguardano la famiglia e l’abitazione, sia quelle riferite a ogni singolo componente. Per chiarire eventuali dubbi, nel plico ricevuto c’è una Guida alla compilazione, ma se questa non dovesse essere sufficiente si può chiamare il numero verde gratuito 800.069.701, che è attivo tutti i giorni dalle ore 9:00 alle 19:00. Proprio per aiutare al massimo i cittadini, nel periodo che prevediamo “più caldo”, cioè quello fra il 9 ottobre e il 19 novembre 2011, il servizio funzionerà dalle 8:00 alle 22:00. In alternativa, si può chiedere assistenza recandosi a uno dei Centri comunali di raccolta.

La novità di quest’anno, rispetto al passato, è la possibilità di rispondere via internet. Nonostante le difficoltà del primo giorno, pensate che sarà un canale usato dagli italiani?


COMMENTI
12/10/2011 - censimento (Rita Lombardi)

Vi saremmo grati tutti noi OSS operatori socio sanitari se nel censimenti venisse messa anche questa voce non capisco perchè c'è la badante che non ha nulla a che fare con noi, e noi che abbiamo studiato non siamo menzionati e riconosciuti direi che è una vergogna. buona giornata da lombardi rita