BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MINZOLINI/ Chiesto il rinvio a giudizio per il direttore del Tg1

Pubblicazione:venerdì 14 ottobre 2011

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Il secondo servizio invece era intitolato "Fini sotto accusa". In questo servizio veniva intervistato il il vicedirettore di Libero, Franco Bechis. Il vicedirettore del quotidiano nel corso dell'intervista si dichiarava stupito del fatto di attaccarsi a cavilli nel modo in cui avrebbe fatto "la giunta del regolamento della Camera presieduta da Fini davanti ad un danno che per l'Italia potrebbe essere di 360 miliardi di euro". Immediati gli interventi di accusa nei confronti del telegiornale. Per Flavia Perina deputato di Fli, Minzolini non può comportarsi come se il Tg1 fosse il tinello di casa sua. A sua volta è intervenuto il portavoce del Pdl Capezzone che ha detto che Fini farebbe bene a pensare a come gestisce la presidenza della Camera, in modo cioè fazioso. Quindi le accuse di Italo Bocchino che definisce quello che era sempre stato una straordinaria risorsa per l'informazione, il Tg1, oggi una parodia mentre il silenzio di Lorenza Lei, direttore generale di Rai, è puro servilismo nei confronti di Silvio Berlusconi. Roberta Menia di Fli: "L'indecenza raggiunta questa sera dal TG1 di Minzolini è tale che non c'è spazio alcuno per difese d'ufficio". Il vicepresidente del gruppo Pdl al senato, Francesco Casoli, dice che a dimettersi deve essere invece Fini, che è sempre più capopartito e sempre meno super partes. Fini intanto ha detto di riservarsi azioni giudiziarie nei confronti di Augusto Minzolini.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.