BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ROMANIA/ I divorzi low cost: dirsi addio in 6 mesi, a 1.500 euro

Si sta diffondendo nella vicina Romania un turismo davvero insolito. Sono sempre di più le coppie di sposi che si recano là per non esser più tali. Ovvero, per divorziare.

Foto Ansa Foto Ansa

Si sta diffondendo nella vicina Romania un turismo davvero insolito. Sono sempre di più le coppie di sposi che si recano là per non esser più tali. Ovvero, per divorziare. Le norme europee rendono valido il divorzio anche se effettuato in un Paese diverso dal proprio, purché comunitario. E la Romania, per le coppie scoppiate, rappresenta il luogo ideale dove poter sancire la parola fine alla loro unione. Infatti, a differenza di altri Paesi, rende la pratica particolarmente semplice. Il Corriere della Sera riporta una serie di testimonianze in cui questo appare evidente. E’ li caso di Gianni e Lucia, 47enni di San Lazzaro di Savena, Che un giorno sono volati a Timisoara e si sono detti addio. Ci hanno messo solamente tre giorni per poter ottenere la residenza necessaria per avviare la causa. La coppia deve stipulare, in particolare, un contratto di affitto di almeno tre mesi o uno a tempo indeterminato con possibilità di rescissione in qualunque momento, a patto di dare un preavviso di almeno un mese. Ottenuto l’affitto, parte, dopo un mese, la causa di separazione. Nell’arco di sessanta giorni potrebbe già esserci, nel corso della prima udienza, la sentenza definitiva.

Dopo di che, trascorrono ancora trenta giorni per ottenerla scritta. L’avvocato si occupa di ogni cosa. E’ sufficiente che i clienti gli firmino una delega (costo 100 euro). L’affitto, invece, costerà attorno ai 600, mentre l’onorario del legale, dagli 800 ai mille. Si va, quindi, complessivamente,  dai 1.500 ai 1.700 euro. Tempo massimo stimato per separarsi per sempre, sei mesi. In Italia si possono spendere anche sino ai seimila euro. E il legislatore, onde evitare catastrofi sociali, aveva previsto tempi più lunghi. Che, ad oggi, sono di circa 3 anni se le persone sposate sono d’accordo, mentre, nel caso contrario si può anche arrivare a circa il doppio. Tra le mete preferite dai turisti del divorzio, ci sono città come Arad, Lipova, Gurahounct, Ineu. Si tratta di cittadine orbitanti attorno al distretto di Arad, in Transilvania. A quanto riferisce l’avvocato Valentin Ciprian Badescu«Negli ultimi due anni, su 150 divorzi di stranieri, 80 erano italiani. E mi riferisco ai distretti che conosco. Se poi lo si fa in un piccolo paese come Lipova, ci si mette ancora meno tempo, come un'offerta speciale».