BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ABORTO/ Il giurista Usa: vi spiego perché va contro i diritti umani

Foto: Fotolia Foto: Fotolia

Si potrebbe dire molto sulla storia e la legislazione sull’aborto e il diritto costituzionale negli Stati Uniti, rapporto che è stato altamente conflittuale per decenni. Ma tra le altre cose, la storia dimostra che non c’è una chiara e netta distinzione tra diritto e cultura. È ovvio che un approccio giuridico che non tenga nessun conto del contesto culturale in cui opera è destinato a essere inefficace e a fallire. Allo stesso tempo, però, si deve considerare il diritto come una parte della cultura e come uno degli strumenti, in realtà uno dei più potenti, per formare cultura. Il diritto è, ed è sempre stato, nelle nostre società un importante strumento pedagogico per esprimere e trasmettere ciò che ha valore e ciò che è richiesto dalla giustizia e dal bene comune. Sarebbe perciò ugualmente riduttivo un approccio puramente “culturale”, che non tenga conto del ruolo centrale del diritto nelle nostre società.


© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
20/10/2011 - aborto (maria gonano)

sono totalmente d'accordo con quanto scritto, manca completamente una vera mobilitazione per abolire l'aborto. Di buome intenzioni è lastricata la strada che porta all' 'inferno. Leo Aletti L