BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TERREMOTO LIGURIA/ Scossa in Val Trebbia 20 ottobre, l'esperto: "Zona a basso rischio sismicità"

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Una serie di scosse in pochi minuti, non è un fatto anomalo. Quando c'è una scossa sismica di una certa rilevanza come una scossa di magnitudo 4 che comunque non è assolutamente pericolosa ai fini della protezione civile e dell'impatto sulle attività umane, è statisticamente probabile che ce ne siano altre di seguito, come infatti è stato. Una ventina di scosse comunque non è un numero elevato in seguito a un magnitudo 4.

In conclusione: la Val Trebbia non è a forte rischio sismico, ma l'Italia è comunque un Paese a rischio sismico.


Infatti, noi viviamo in un Paese che è tutto più o meno a rischio sismico. L'Italia è un paese sismico; in Italia possiamo sempre e solo parlare in termini di probabilità, non è possibile con assoluta certezza escludere eventi sismici anche di elevata importanza in nessuna aerea. Sappiamo che ci sono aree dove è più probabile che tali eventi si verifichino e altre dove è meno probabile e molto meno frequente, aree a basso rischio sismico. Ma in fondo è come prendere l'aereo:  è un mezzo molto sicuro, però un rischio anche minimo c'è. E' possibile che l'aereo non cada? Purtroppo bisogna rispondere di no, sono eventi rari ma ogni tanto un aereo cade. Così è anche per le zone a basso rischio sismico: non vuol dire con assoluta certezza che possiamo escludere un forte terremoto però sono più improbabili rispetto as altre aree dove sono più probabili.

© Riproduzione Riservata.