BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RICETTE/ Consigli per tutte le stagioni… ora anche su iPad

Pubblicazione:

La app del Golosario - Ricette  La app del Golosario - Ricette

Una notizia clamorosa: è uscita con grande anticipo, la nostra app Il Golosario Ricette, scaricabile da App Store, per iPhone, iPad e iPod Touch con 600 ricette tratte dalle prime quattro edizioni del libro per la famiglia Adesso. Una preziosissima applicazione, perché verrà aggiornata in continuazione e contiene un notiziario quotidiano sul mangiarbere. Costa 6,99 euro e li vale tutti, non fosse altro per il fatto che le ricette sono state tutte testate dalla nostra Giovanna Ruo Berchera.

Ma questo ricettario innovativo è anche utile per seguire la cadenza stagionale. In questi giorni, per esempio, si avvicinano le feste dei morti e nell’immaginario collettivo arcaico i legumi, così come i semi, erano connessi  al mondo dell’Oltretomba, tanto che ancor oggi, in alcun plaghe rurali, fave e ceci sono il classico cibo del giorno dei morti. Così, i rari ceci neri sono i protagonisti della cisrà monferrina. In tutto il Nord-Est, la cosiddetta “minestra dei morti” consisteva in una zuppa di fagioli ben cotti, conditi con del grasso di maiale, mentre nel piacentino il cibo dei morti erano le castagne. L’offerta di cibo va fatta risalire alla credenza secondo cui, nel giorno della loro festa, i defunti ritornerebbero tra i vivi per condividerne la mensa.

Ecco dunque la ricetta che trovate nella nostra applicazione:

Zuppa di ceci con puntine di maiale

Mettete i ceci in una pentola con la patata sbucciata e intera, tutte le verdure tritate, lo spicchio d’aglio e il mazzetto aromatico. Versate dell’acqua fredda fino a coprire gli ingredienti e portate a ebollizione.

Nel frattempo, mettete le puntine in una pentola, copritele di acqua, portate a ebollizione e cuocete per alcuni minuti, schiumando le impurità che affiorano in superficie. Unite quindi costine e brodo ai ceci.

Proseguite la cottura con pentola coperta e fiamma al minimo per 2-3 ore, finché tutti gli ingredienti risulteranno ben cotti. Salate a tre quarti della cottura. A cottura ultimata, schiacciate la patata con una forchetta ed eliminate l’aglio e il mazzetto aromatico. La zuppa dovrà risultare ben legata e piuttosto densa. Servite ben calda con un poco di pepe.



  PAG. SUCC. >