BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

TRAGEDIA BARLETTA/ L'esperto: quattro mosse per evitare nuove vittime del lavoro nero

Pubblicazione:

Immagine d'archivio  Immagine d'archivio

Ma, ovviamente, la legge, di per sé, non basta. «Il problema è talmente capillare che devono esser messe in campo almeno quattro misure. Primo: occorre aumentare il numero degli ispettori del lavoro, siano essi del ministero del Lavoro, dell’Inps o dell’Inail. Invece, sono stati ridotti; secondo: il lavoro nero è una forma di concorrenza sleale, per cui tutte le imprese dovrebbero coalizzarsi contro le aziende che praticano il sommerso; terzo: i lavoratori devono prendere coscienza che i soldi percepiti in nero sono sottratti al proprio futuro contributivo e pensionistico; quarto: gli enti locali devono smetterla di accettare che sul proprio territorio esistano imprese del genere. Spesso, infatti, i comuni, purché la gente abbia un lavoro, sono disporti a chiudere un occhio».

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.