BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

HALLOWEEN/ Introvigne: tutti "pupazzi" nelle mani di un business fuori posto

Pubblicazione:martedì 1 novembre 2011

Foto Ansa Foto Ansa

Secondo Introvigne, il festeggiamento di Halloween in Italia «può essere paragonato ad un insetto concepito per vivere in un determinato ecosistema e che, se trasferito forzatamente da noi, rischia di distruggere le coltivazioni».

Tuttavia fa una distinzione: «il giudizio sul fenomeno in sé, sull’impostazione culturale che rappresenta e sulla sua importazione  artificiosa e spuria, non può che essere negativo; ma non può essere esteso con disinvoltura alle migliaia di giovani che vi partecipano. Che vedono in esso una semplice occasione per svagarsi». In tal senso, «tutte le iniziative atte a rispolverare la tradizione cattolica sono le benvenute. Come quella di Giovanni Ravalli, il professore dell’istituto per elettricisti Albert di Lanzo, vicino Torino, che da anni porta i suoi studenti, la notte di Ognissanti, a Lourdes».  



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
01/11/2011 - Commercio e Relativismo (Antonio Servadio)

Trattasi di una delle tante affermazioni del commercio. che progressivamente pervade in modo capillare il nostro stile di vita ed anche la cultura (occidentale contemporanea). Stessa genesi anche per altre "feste" mondane (festa della mamma etc.). Questo è ben appunto il "riflesso di quella cultura relativista..." Notevole che i benpensanti di avanguardia, quelli anti-consumismo, non sembrino reagire e neppure pare che si interroghino in proposito. Invece dovrebbero farlo - tale silenzio è assordante. Sta di fatto che le festività tradizionali di antica origine erano tutte connesse al calendario della fede. Hanno poi fatto breccia festività connesse alla celebrazione di eventi di politica nazionale. Oggi la tendenza pare indirizzarci verso un progressivo abbandono delle celebrazioni di origine religiosa, a favore di quelle "sintetiche" studiate nei pragmatici pensatoi del marketing. Su questo terreno si appiattiscono passivamente e pacificamente destre, sinistre e quant'altri: trionfo del relativismo ?