BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

RAGAZZO SCOMPARSO/ Proseguono le ricerche di Zain Shafi, il 14enne sparito sabato scorso

Zain Shafi, quattordicenne di origine pakistana, è scomparso sabato mattina mentre andava a scuola a Massa Lombarda, nel Ravennate, e le ricerche da parte degli agenti sono ancora in corso

Proseguono le ricerche di Zain ShafiProseguono le ricerche di Zain Shafi

Zain Shafi, quattordicenne di origine pakistana,  è scomparso sabato mattina mentre andava a scuola a Massa Lombarda, nel Ravennate. Le ricerche sono ancora in corso e per ora non ci sono sviluppi, ma gli inquirenti, coordinati dal Pm di turno Stefano Stargiotti, stanno battendo diverse piste: per ora la più accreditata resta quella di un allontanamento volontario, forse in compagnia di un amico, lo stesso che potrebbe aver fatto la telefonata anonima lo stesso sabato intorno alle 15 indirizzata al padre del ragazzo scomparso: la persona dall’altra parte del telefono gli ha infatti comunicato che Zain sarebbe stato coinvolto in un incidente stradale nei pressi di Rimini, rimanendo ucciso sul colo. Il padre del giovane ha immediatamente contattato i carabinieri che, dopo tutte le verifiche del caso, hanno potuto capire la totale infondatezza della notizia e così rassicurare il genitore preoccupato. Alle 7 e 40 di sabato mattina, il quattordicenne ha lasciato la propria casa del piccolo comune del ravennate dove vive con i genitori e con due fratelli più piccoli. Il ragazzo doveva solo percorrere poche centinaia di metri per arrivare alla scuola media di via Roma, ma quel giorno nessuno lo ha visto. Al momento della scomparsa, il ragazzo, alto un metro e 55 e di corporatura robusta, indossava blue jeans, un giubbotto di pelle di colore nero e delle scarpe da ginnastica bianche. Inoltre portava con sé uno zaino scuro e delle scarpette da calcio all’interno di una busta di plastica.  Ora dopo ora  cresce la paura che possa essere accaduto qualcosa al quattordicenne e ci si chiede come siano andate effettivamente le cose. Resta ora agli agenti e agli inquirenti darsi da fare per cercare di arrivare il prima possibile al lieto fine che tutti si augurano. I Carabinieri della Compagnia di Lugo che hanno raccolto la denuncia del padre e diffuso la foto e la descrizione fisica del piccolo al fine di facilitare le segnalazioni utili al ritrovamento, propendono come detto per l'allontanamento volontario.