BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SCIOPERO MEZZI/ Trasporti pubblici a rischio, corteo degli studenti, 17 novembre

Oggi 17 novembre lo sciopero nazonale dei trasporti delle sigle sindacali Cub e Cobas. C'è anche la manifestazione mondiale degli studenti contro il sistema bancario

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

Sciopero nazionale dei mezzi proclamato dalle sigle indipendenti Cub e Cobas. In realtà l'adesione, privata delle sigle più importanti quali Cgil, Cisl e Uil non sembra destare preoccupazione nei cittadini. A Milano infatti i mezzi pubblici circolano quasi interamente. Nel capoluogo milanese l'astensione è stata proclamata dalle ore 8 e 45 del mattino fino alle 15; verrà quindi ripreso il servizio per garantire le fasce di garanzia fino alle ore 18 e scatterà poi il nuovo blocco fino a termine servizio. Atm azienda dei trasporti milanesi mette a disposizione il servizio di informazioni disponibile su Atm Tg, messaggi sonori e display alle fermate dei mezzi, con informazioni in tempo reale sul sito dell'Atm. Infine disponibile il numero verde per informazioni 800.80.81.81. A Milano, indipendentemente dallo sciopero, si è intanto verificato un problema tecnico sulla linea 2 del metro, andata in tilt con il trasporto al momento bloccato. A Roma invece situazione più complicata perché l'astensione dei conducenti dei mezzi pubblici e degli addetti al servizio dei trasporti coincide con una manifestazione nazionale degli studenti (che si tiene comunque in altre ventiquattro città, Milano compresa). Di fatto, a solo un giorno dalla proclamazione del nuovo governo Monti, si assiste già alla prima mobilitazione contro di esso: protestiamo, dicono Cobas e Cubs, contro il governo bipartisan Monti e il suo programma ultra liberista. La manifestazione degli studenti invece coincide con la giornata mondiale di lotta dei giovani contro il sistema bancario. Si scatena contro la manifestazione il presidente della Confcommercio romana Giuseppe Roscioli che denuncia che dopo le alluvioni, nuove manifestazioni continuano a mettere Roma in ginocchio: valuteremo se sia il caso di chiedere i danni a chi questo caos lo sta provocando, ha detto. A Roma i mezzi pubblici si fermano per quattro ore, dalle 8 e 30 alle 12 e 30: la situazione sarà certamente peggiore che a MIlano perché qui aderiscono anche i sindacati Filt cgil, Fit cisl, Uiltrasporti, Ugl trasporti, Faisa cisal e Sul. Lo sciopero di 24 ore previsto dalla Faisa Cisal dell'Atac è stato invece sospeso. Sciopero anche dei dipendenti Alitalia, anche se l'azienda assicura che il disagio sarà limitato: la protesta scatta alle ore 12 e termina alle ore 16. I treni invece: lo sciopero è di 24 ore ed è cominciato ieri sera alle ore 21 e continua fino alle 21 di oggi 17 novembre.