BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ALLUVIONE LIGURIA/ In coma un vigile del fuoco. Vernazza, video shock

Pubblicazione:mercoledì 2 novembre 2011 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 2 novembre 2011, 13.05

L'alluvione in Liguria L'alluvione in Liguria

Luigi Tosetti, per gli amici "Gigione", vigile del fuoco di stanza a Milano, si è sentito male mentre era impegnato nei soccorsi nelle zone alluvionate della Liguria. L'uomo, 44 anni, stava scavando insieme ad altri colleghi per tentare di recuperare il corpo di una delle vittime della disastrosa alluvione che ha particolarmente colpito le cittadine di Manarola e Vernazza nella zona delle Cinque Terre in provincia di La Spezia. Tosetti ha avuto un malore improvviso, è caduto a terra ed  stato immediatamente ricoverato all'ospedale di La Spezia dove adesso si trova in coma farmacologico. Secondo le prime informazioni, avrebbe avuto un ictus dovuto allo sforzo e all'aumento della pressione mentre era impegnato nel difficile lavoro. Luigi Tosetti era arrivato lunedì in Liguria, dopo aver lasciato la caserma di via Messina a Milano, uno dei tanti uomini impegnati nelle operazioni di soccorso alle popolazioni liguri e della vicina Toscana, molto colpita anch'essa nella provincia di Massa dalle piogge dei giorni scorsi. Per i colleghi, un uomo generoso, sempre sorridente e sempre disponibile ad aiutare gli altri: un ragazzo d'oro, lo definiscono. Ieri mattina era impegnato a scavare in una abitazione dove si cercava il corpo di uno dei molti dispersi dell'alluvione. Luigi Tosetti è sposato e padre di famiglia: dall'ospedale si dice che il malore è stato dovuto a un improvviso innalzamento della pressione per via dello sforzo a cui era sottoposto e che ha provocato l'ictus. Sembra anche che le sue condizioni siano in leggero miglioramento. Intanto continuano a venire alla luce filmati amatoriali dei momenti terribili dell'alluvione. Uno in particolare, girato a Vernazza, mostra tutta la potenza devastante delle acque e del fango che sommergono la cittadina. Le macchine e anche i camioncini vengono trascinati via come giocattoli e sprofondano in voragini finendo letteralmente inghiottiti dalla violenza del fiume straripato. Immagini davvero scioccanti. Al momento risultano dieci persone morte tra la provincia di La Spezia e quella di Massa Carrara. Morto anche un volontario che nelle prime ore dell'alluvione stava cercando di sbloccare alcuni tombini ed è rimasto travolto dalle acque.


  PAG. SUCC. >