BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RADIAZIONI CELLULARI/ Ecco come calcolare le onde emesse dal vostro telefonino

Radiazioni dei cellulari al centro dell’ultima puntata di Report dal titolo “L’onda lunga”, ?che ha ?approfondito i rischi per la salute provocati dai telefonini 

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

RADIAZIONI CELLULARI - Radiazioni dei cellulari al centro dell’ultima puntata di Report dal titolo “L’onda lunga”. La trasmissione di Milena Gabanelli su Rai Tre ha approfondito il tema delle possibili conseguenze negative per la salute provocate dai telefonini. Dall’inchiesta televisiva è emerso che la maggior parte delle ricerche sui rischi per la salute umana legati alle onde elettromagnetiche sono finanziate dalle società che producono i cellulari. Tra i rari studi indipendenti vi sarebbe stato quello del professor Henry Lay dalla Seattle University,che ha condotto degli esperimenti con le onde elettromagnetiche sui topi da laboratorio. Dimostrando che i ratti esposti per sole due ore alle radiazioni del cellulare presentavano il DNA interrotto. Solo due anni più tardi il professor Jerry Phillips è giunto alle stesse conclusioni per quanto riguarda il Dna umano. Tra le malattie prodotte dall’interruzione del Dna vi sarebbero anche diversi tipi di tumore. E secondo la Gabanelli, Motorola avrebbe tentato di nascondere queste ricerche al fine di zittirne l’eco nell’opinione pubblica.

Sul sito della Federal Communications Commission (FCC), l’organismo federale Usa che monitora gli effetti dei cellulari sulla salute, è riportato che “lavorando a stretto contatto con le agenzie federali per la salute e la sicurezza, tra cui la Food and Drug Administration (FDA), la FCC ha adottato dei limiti per l’esposizione sicura all’energia da radiofrequenze. Questi limiti sono forniti utilizzando un’unità di misura chiamata Specific Absorption Rate (SAR), che calcola l’ammontare di energia da radiofrequenze assorbita dal corpo utilizzando il telefono cellulare. La FCC esige quindi che i produttori di cellulari garantiscano che i loro telefonini non superino i limiti oltre i quali le radiazioni non sono sicure. Ogni apparecchio che non superi questa soglia (cioè, tutti quelli venduti legalmente negli Usa) è quindi sicuro. Il limite della FCC per l’esposizione pubblica ai telefoni cellulari è un livello di SAR pari a 1,6 watt per chilo”. Ma come si fa a misurare quante radiazioni produce il proprio telefonino?