BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SANTO DEL GIORNO/ Oggi, 29 novembre, è San Francesco Antonio Fasani

Pubblicazione:martedì 29 novembre 2011

Tutti i Santi Tutti i Santi

SANTO DEL GIORNO: 29 NOVEMBRE, SAN FRANCESCO FASANI - La Chiesa cattolica celebra oggi San Francesco Antonio Fasani. Nato a Lucera, in Puglia, il 6 agosto del 1681, i sui genitori, sono umili lavoratori che lo battezzano Donato Antonio Giovanni, chiamato Giovanniello.Fin da giovanissimo, entra a far parte dei Minori Conventuali del convento di Lucera, dell'Ordine di s. Francesco, prendendo il nome di Francesco Antonio. Nel 1986, a Isernia, nel corso di uno dei suoi viaggi che lo portano a studiare le filosofia e la teologia, incontra il novizio Antonio Lucci, con il quale diventa molto amico e, assieme a lui, intraprende la strada eper il sacerdozio. Giunti ad Assisi nel 1704, vengono ordinati sacerdoti l’anno precedente, il 19 settembre 1705. Dopo aver trascorso un periodo a Roma,ed esser tornato ad Assisi nel 1707 per predicare, lo stesso anno, a luglio,è destinato alla comunità di Lucera, dove insegna mentre Antonio Lucci, nel 1718, viene eletto Ministro Provinciale dell'Ordine nella provincia di Monte S. Angelo.

A Lucera, Francesco Antonio, per il suo stile di vita e il carisma espresso nelle sue predicazioni, viene considerato un "San Francesco Redivivo". Il 27 giugno 1709 Frà Francesco Antonio supera l'esame in sacra teologia e, da allora, viene proclamato "dottore e maestro". Per tre anni si ritira in eremitaggio ad Alberona, dove assume l’incarico di Superiore nell’eremo di San Rocco. Nel 1712, è nominato guardiano e maestro dei novizi e, in seguito, dà vita ad un’intensa attività di apostolato in tutta la Daunia e nel Molise. Pochi anni più tardi, nel 172, papa Clemente XI lo nomina Ministro Provinciale della provincia religiosa conventuale di Monte S. Angelo. Succede così all’amico Lucci, che nel frattempo è destinato a Napoli come reggente generale mentre, nel 1729, diventa vescovo di Bovino. Francesco, dal 1726 al 1729 è guardiano, per la seconda volta, del convento di Lucera. Diventa, in seguito, direttore spirituale del monastero della Santissima Annunziata di Lucera. Ancora una volta guardiano del convento, nel 1742, durante il Capitolo di Campobasso, sentendo vicina la sua fine, avvisa i frati e i fedeli di quanto gli sta per accadere. 


  PAG. SUCC. >