BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

ALLUVIONE GENOVA/ Città deserta, sommersa nel fango. Mezzi al lavoro, mentre riprende la pioggia

Alluvione Genova: la città è deserta, sommersa nel fango. Le auto private non possono circolare, i mezzi dei vigili del fuoco e dei soccorsi sono al lavoro, mentre riprende la pioggia

Foto: Ansa Foto: Ansa

Una città deserta, invasa dal fango. È l’immagine desolante che Genova offre in queste ore, dopo che dalle sette di questa mattina il sindaco Marta Vincenzi ha ordinato il divieto di circolazione in città. Una scelta drastica dettata dal violento nubifragio che si è abbattuto ieri sul capoluogo ligure che ha causato sei vittime accertate. La notte ha visto ancora qualche rovescio sparso fino a mezzanotte e ancora alle primissime ore del mattino, fino alle 2, poi è cessata per un po’ durante la mattina. Da un’ora ha ricominciato a piovere e l’allerta resta ancora alta. Ora i vigili del fuoco e i soccorsi lavorano per riportare la normalità, in una città che stamattina si è svegliata ancora sotto un cielo plumbeo, con un forte vento di scirocco, con raffiche che nelle zone collinari arrivano, in media, ai 70 km/h, con picchi di 80 km/h. Intanto sono operative entrambe le principali stazioni ferroviarie, Brignole e Principe: sull'autostrada A12 rimane chiuso il casello di Genova Est in uscita.
Nel quartiere Marassi, che è rimasto maggiormente colpito dall’esondazione del torrente Fereggiano, i vigili del fuoco e gli addetti alle fognature hanno lavorato tutta notte. La via Fareggiano offre uno scenario desolante: centinaia di auto accatastate una sull’altra, spazzate via dal fiume in piena e distrutte. Anche moltissimi negozi hanno subito danni. E per le altre vie della città possono circolare solo i mezzi delle forze armate, degli organi di polizia, dei vigili del fuoco, dei servizi di soccorso, della protezione civile in servizio e gli autoveicoli ad uso speciale adibiti al soccorso di veicoli, taxi, autobus e in generale i veicoli di servizio, tra cui quelli utilizzati da testate televisive con a bordo i mezzi. Qualche auto privata si arrischia in strada, contravvenendo al divieto. La città cessa ogni attività: le scuole restano chiuse e anche gli impianti sportivi. Tutte le gare e partite previste per oggi sono annullate, anche la partita di Serie A Genova-Inter. Annullati appuntamenti teatrali, spettacoli ed eventi. Anche musei, biblioteche (fatta eccezione per la Berio) e parchi cittadini restano chiusi.
I mercati per le strade previsti oggi sono stati tutti annullati, quelli di Terralba, Tortosa, Via dei Costo, Certosa e il biologico di piazza Ronco a Sestri.