BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

MELANIA REA/ Inedito, le immagini del corpo della donna sul luogo del delitto (video)

Una televisione locale abruzzese ha mostrato per la prima volta immagini del corpo di Melania Rea sul luogo dove venne uccisa. Non si sa come abbiano ottenuto il filmato

Il luogo del delitto, foto AnsaIl luogo del delitto, foto Ansa

Il corpo di Melania Rea per la prima volta mostrato in televisione. E' successo ieri sera 30 novembre quando una televisione locale abruzzese, Teleponte, ha mostrato per la prima volta le immagini del cadavere della donna trovata assassinata nel bosco di Casermette di Ripe di Civitella, lo scorso 20 aprile. Le immagini sono opportunamente oscurate, si distinguono solo i piedi della donna che indossano delle scarpe da tennis, ma è possibile per la prima volta farsi una idea di dove sia avvenuto l'omicidio e di dove sia stato ritrovato il corpo dopo aver visto tante volte le immagini di quel bosco con la casetta di legno. Il cadavere di Melania Rea è sul lato destro della casetta guardandola di fronte, disteso nell'erba. Secondo la descrizione fatta nel servizio televisivo, il corpo sarebbe stato seminudo con indosso gli stessi vestiti indossati dalla donna quando si era recata nel supermarket con la figlia e il marito quel girono a fare la spesa. Il marito Salvatore Parolisi è a tutt'oggi è l'unico indagato per la morte della donna, detenuto da alcuni mesi in carcere e si è sempre professato innocente. La chiusura delle indagini e quindi il possibile inzio del processo dovrebbe essere prevista per la metà di gennaio del 2012. Nel filmato si vedono gli operatori delle forze dell'ordine che indagano sul luogo del ritrovamento. Furono chiamati da una telefonata rimasta anonima che annunciava il ritrovaento del corpo di una donna morta nei boschi. Sulla diffusione del filmato da parte della televisione locale al momento è mistero su come sia stato possibile ottenerlo: infatti né gli inquirenti né i legali del Parolisi e quelli della famiglia Rea sanno spiegarsi come mai sia stato diffuso e come sia arrivato in mano alla televisone. Si ipotizza l'apertura di una eventuale indagine nei confronti della televisione per ipotesi di elementi di reato, reato che comprenderebbe reati contro la pietà nei cofnrotni dei defunti. Al momento la magistratura interessata all'inchiesta sul caso Melania Rea non ha voluto confermare se il filmato sia autentico e si è chiusa nel silenzio stampa.