BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IL CASO/ 1. Bortolussi (Cgia): vi spiego il dramma degli imprenditori che si uccidono

Fonte: FotoliaFonte: Fotolia

Sono durissime. Le posso fare un elenco breve, sintetico. In questo paese si paga il 40 percento di energia in più che negli altri paesi europei; i trasporti costano di più, intorno al 10-15 percento; i tempi della giustizia sono biblici; c'è un deficit infrastrutturale impressionante; c'è una continua e sempre più grave difficoltà di accesso al credito; è il paese dove si viene pagati con i tempi più lunghi. E per finire, la pubblica amministrazione ha bloccato pagamenti per 70 miliardi di euro. Per quanto riguarda l'accesso al credito, mi lasci insistere su questo punto, l'11 percento ha affidamenti pari al 78 percento. Quindi l'89 percento deve rifugiarsi nel 22 percento restante. E' per questa ragione, anzi per tutte queste ragioni, che io mi sono permesso di definire “piccoli eroi quotidiani” i piccoli imprenditori e gli artigiani veneti e italiani.

Di fronte a questa situazione come giudicate la manovra varata dal nuovo governo di Mario Monti ?

E' sicuramente recessiva, per il carico fiscale che porta. Ci sono anche spiragli guardando a quei dieci miliardi che abbassano l'Irap e fanno slittare alcuni acconti. Ma il problema complessivo è che per questo settore, si capisce che questa manovra non basterà. Se si chiude l'accesso al credito e non c'è liquidità, non si va da nessuna parte.

 

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.