BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GRADISCA D’ISONZO/ Crolla palazzina vicino a Gorizia: un ferito e quattro “miracolati”

Un piccolo miracolo di Natale è avvenuto in Friuli a Gradisca d’Isonzo, piccolo comune in provincia di Gorizia dove è crollata una palazzina causando solo un ferito

La palazzina crollata di Gradisca d'Isonzo La palazzina crollata di Gradisca d'Isonzo

Un piccolo miracolo di Natale è avvenuto in Friuli a Gradisca d’Isonzo, piccolo comune in provincia di Gorizia (la distanza tra le due città è di poco più di 12 km), dove il crollo di una palazzina, avvenuto per lo scoppio di una bombola di gas, ha causato il ferimento di una sola persona. Si tratta di Luigi Moschion, un uomo di 63 anni che abitava da solo al secondo e ultimo piano della palazzina nell’appartamento in cui nella mattinata di oggi è esplosa la bombola di gas. L’edificio si è come “sbriciolato” ed è crollato in pochissimo tempo, stando anche a quanto riferito dalle testimonianze dei vicini. Le macerie hanno distrutto una decina di automobili in sosta nei pressi e causato danni agli stabili vicini. L’uomo ferito è stato estratto quasi subito dalle macerie: le sue condizioni sono gravi, ma non risulta essere in pericolo di vita. Sotto il suo appartamento, al primo piano dello stabile, viveva un coppia di kosovari, partiti ieri da Gradisca d’Isonzo per far rientro in patria in occasione delle festività natalizie. Non hanno quindi corso alcun rischio, mentre al piano terreno abitava una coppia di italiani che ora si sente miracolata. La donna, di circa 40 anni, ha raccontato ai giornalisti che al momento dell’esplosione si trovava a lavoro presso un bar di Mariano del Friuli, paese confinante con Gradisca d’Isonzo. Il marito era uscito di casa per fare la spesa e prima di rientrare a casa ha deciso di passare a trovare la moglie e di prendere un caffè al suo bar. Minuti che sono risultati decisivi, dato che l’uomo ha fatto ritorno a casa quando era da poco avvenuto lo scoppio della bombolo. La coppia era in affitto nell’appartamento che ora non potrà più abitare, ma nel frattempo può gioire per essere scampata a una tragedia proprio il giorno della Vigilia di Natale.

Sul luogo dell’incidente è giunto anche Franco Tommasini, Sindaco del piccolo comune friulano, il quale ha spiegato che le cose potevano andare peggio non solo per chi abitava nella casa, ma anche per chi si trovava all’esterno, dato che essa sorge all’angolo tra due importanti strade del centro del paese.