BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

STEFANO FEDERICO/ Non fu malore. Fu ucciso nel porto di Napoli. Arrestati 4 vigilantes

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Il fratello della vittima, Marco Federico, avvocato, spiega: «Non appena la linea giudiziaria avrà risvolti più definitivi ci costituiremo parte civile nel processo».Il giovane ucciso era appassionato di cultura orientale e, nello specifico, del Giappone. Il 16 gennaio avrebbe dovuto viaggiare da Napoli e Capri per una lezione di Aikido, arte marziale che praticava assieme ad altri conterranei. 

© Riproduzione Riservata.