BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LETTERA/ Caro Rodotà, più precisione sulla fecondazione assistita

Stefano Rodotà (Imagoeconomica) Stefano Rodotà (Imagoeconomica)

Gentile Rodotà, fa bene a criticare chi si arrocca dietro a una legge naturale e non dà ragioni, o chi ha la condanna facile e rifugge dai dati scientifici: sono entrambi errori madornali. Ma mi creda, analizzando la produzione scientifica degli ultimi anni, ci sono più studi e scoperte che rendono ragione di quello che la Chiesa afferma, di quante portino la nostra conoscenza in senso opposto. Il problema è di non arroccarsi, e accettare da entrambe le parti la sfida del reale; pronti a riconoscere le novità, i rischi e la bellezza di ciò che si scopre; e anche rispettare un limite: la vita umana (che sia un embrione o una ragazzina per la genetica poco cambia), che è un dato della natura, una certezza da non travalicare.

© Riproduzione Riservata.