BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MIKE BONGIORNO/ Recuperate bare e salma a Vittuone

A Vittuone, paesino in provincia di Milano, è stata ritrovata da un passante la bara di Mike Bongiorno. Il suo corpo era stato trafugato a gennaio dal cimitero di Dagnente

Mike Bongiorno (Foto Ansa) Mike Bongiorno (Foto Ansa)

A Vittuone, paesino in provincia di Milano, è stata ritrovata da un passante la bara di Mike Bongiorno. Solo gli accertamenti  scientifici potranno dire se la salma al suo interno appartiene realmente al popolare conduttore televisivo deceduto l’8 settembre del 2009 a Montecarlo. Sul posto stanno per giungere i Carabinieri del comando provinciale di Novara, che hanno seguito finora le indagini seguite al trafugamento delle spoglie di Mike Bongiorno e cui sarà affidato ora il compito degli esami ed eventualmente di restituire all’affetto dei suoi cari la salma.

Dopo i funerali, celebrati nel Duomo di Milano il 12 settembre del 2009, il notissimo volto della televisione italiana era stato tumulato nel cimitero di Dagnente, frazione di Arona, località sul Lago Maggiore in provincia di Verbania-Cusio-Ossola. All’inizio di quest’anno, però, esattamente nella notte del 25 gennaio, la sua salma è stata trafugata. Pochi gli indizi trovati e si era fatta strada l’ipotesi che il furto fosse avvenuto a fini di estorcere denaro ai familiari di Mike Bongiono. Nei mesi scorsi erano giunte diverse segnalazioni alle forze dell’ordine su questo caso e due persone, poi risultate del tutto estranee ai fatti, erano state arrestate per aver tentato di contattare la famiglia Bongiorno per ottenere denaro. Il luogo del ritrovamento, che dista meno di 80 km dal cimitero di Dagnente, fa pensare che la bara possa essere stata tutti questi mesi nello stesso posto. Ma non è nemmeno da escludere che, trascorsi ormai quasi undici mesi dal furto, i malviventi abbiano deciso di liberarsi della salma dato che il loro piano stava incontrando più di una difficoltà. Intorno alla famiglia Bongiorno, come detto, non era infatti mai calata l’attenzione delle forze dell’ordine.

Proprio lunedì Rosario Fiorello, amico di Mike Bongiorno, lo aveva ricordato nel corso dell’ultima puntata dello show “Il più grande spettacolo dopo il weekend” facendo cantare a Malika Ayane la canzone “Anche un uomo” scritta proprio dal popolare conduttore televisivo e già interpretata da Mina.