BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ICI E CHIESA/ D’Agostino: perchè tante "non notizie" sul Vaticano?

Pubblicazione:venerdì 9 dicembre 2011 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 30 gennaio 2013, 11.39

Foto Ansa Foto Ansa

Ci sono attività spirituali che non sono strettamente conventuali o direttamente riferibili a edifici di culto; finalizzate, ad esempio, all’accoglienza dei pellegrini, all’incontro tra comunità religiose o ad opere di volontariato esplicitamente contrassegnati dall’identità cattolica. Tali attività, anche se non sono esercitate da religiosi, ma da laici cristianamente motivati, fanno parte della funzione propria della Chiesa. Che, oltre che spirituale, è anche sociale.

 

Cosa intende?

 

Bisogna ricordare che tutte le attività delle Chiesa - come il volontariato, l’educazione, l’assistenza ai malati, agli indigenti o ai tossicodipendenti (in quest’ultimo caso, la maggior parte delle comunità di recupero sono motivate da solidarietà cristiana) - producono per lo Stato effetti economici vantaggiosissimi e raggiungono obiettivi che l’amministrazione pubblica non potrebbe realizzare. Non solo. Basti pensare, ad esempio: quanti turisti vengono a Roma perché c’è il Papa? Eppure, del turismo, è evidente che ne benefici esclusivamente lo Stato.

 

Crede che si possa parlare di attacco?

 

Sì. Del resto, per sua natura, la Chiesa è destinata ad essere attaccata e a rappresentare uno scandalo. Tanto più, in una società laicista, individualistica e utilitarista. Dove le sue finalità solidaristiche e relazionali appaiono ad alcuni talmente poco credibili che si proiettano sulle sue iniziative i sospetti dietrologici di chissà quali interessi occulti. Tanti intellettuale laicisti, di fronte ad alcune iniziative ecclesiali, vanno disperatamente e inutilmente alla ricerca di verità nascoste che sarebbero, ovviamente, ben poco nobili e schermate dietro la dottrina cristiana tradizionale.

 

Pensa che il sospetto dietrologico sia l’unica motivazione?

 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >