BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YARA GAMBIRASIO/ Brembate, quel paese che sa "guardare verso l'alto"

Pubblicazione:

La chiesa di Brembate di Sopra (Foto Ansa)  La chiesa di Brembate di Sopra (Foto Ansa)

Diffcile parlarne, difficile ricordare. Yara Gambirasio è scomparsa da due mesi. A Brembate di Sopra non ci sono più le telecamere, dopo la richiesta di silenzio stampa, avanzato dalla famiglia. C’è meno pressione, meno confusione, ma per la gente non è cambiato nulla. È come il primo giorno; la gente passa accanto alla casa di Yara e gli sguardi sono pieni di trepidazione e di angoscia. Nessuno ha voglia di parlarne. La speranza non ha parole. È lo stesso per i volontari, centinaia, che ogni giorno, come quel primo giorno, continuano nelle ricerche.

 

E non c’è uno di loro che lo faccia con rassegnazione, anche se magari quel pezzo di strada o di campagna, quel cespuglio o quella casa abbandonata, sono la terza o quarta volta che vengono ispezionate. Son tutti padri di famiglia, magari nonni; per loro Yara è figlia e nipote. È una di loro, gli vogliono bene. E così ogni mattina le squadre partono e tornano quando è buio. È lo stesso per carabinieri e polizia. Non è un’indagine con tante altre. Lo ha confessato più di una volta il questore, Vincenzo Ricciardi.

 

Ci sono investigatori che lavorano giorno e notte. Ci sono da vagliare le piste investigative serie ed anche quelle che si rivelano segnalazioni di mitomani. Non si può tralasciare nulla. Questa è un’inchiesta difficile, non c’è lo straccio di un indizio, non c’è traccia, è come se Yara si fosse volatilizzata nel nulla.

 

Eppure il questore e gli altri investigatori sono convinti almeno di due cose. Yara non è stata presa da uno sconosciuto. Quella sera del 26 novembre, tutto si è svolto in “un clima di assoluta normalità”. Questo vuol dire che Yara è stata presa da qualcuno che conosceva, altrimenti avrebbe gridato, avrebbe cercato di scappare e qualcuno, in una zona così frequentata, avrebbe sicuramente visto o sentito.



  PAG. SUCC. >