BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GEMELLINE SCOMPARSE/ “Le bambine riposano in pace, non hanno sofferto”: l’ultima lettera del padre

Nuova lettera di Matthias Schepp: le figlie "riposano in pace"

Le gemelle scomparse, foto Ansa Le gemelle scomparse, foto Ansa

“Le bambine riposano in pace, non hanno sofferto”. E’ un passaggio drammatico contenuto nell’ultima delle missive che Matthias Schepp, lo svizzero suicidatosi in Puglia dopo aver sottratto le due figlie alla ex moglie, ha fatto pervenire negli ultimi giorni.

Lettere scritte e spedite prima del suo suicidio. Nei giorni scorsi erano arrivate altre lettere e anche circa 5mila euro, che l’uomo aveva prelevato dopo aver portato via le figlie. Le parole di questa ultima lettera sembrano non lasciare più alcuna speranza di ritrovare le due gemelline di 6 anni ancora in vita. Dall'analisi del computer di Schepp sarebbero emerse tracce di consultazione di siti Internet che destano più di una preoccupazione tra gli inquirenti: oltre ai siti sulle compagnie di navigazione tra Marsiglia e Propriano, in Corsica, l'uomo avrebbe infatti visitato alcune pagine in cui si trovano consigli e informazioni sui materiali per l'avvelenamento