BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ 2. Quel bambino-medicina, amato soltanto per la sua utilità

In Francia, un bimbo è stato fatto nascere perché il suo sangue potesse curare i fratelli malati di talassemia beta. ROBERTO COLOMBO commenta la vicenda.

Fotolia Fotolia

Si chiama Umut-Talha, “speranza” in lingua turca, ed è il primo caso, in Francia, di bambino-medicina. Il suo venire al mondo ha uno scopo ben preciso: il suo sangue servirà a curare i fratelli, malati di talassemia beta. Perché questo fosse possibile, il neonato è stato fatto nascere attraverso la fecondazione in vitro; non prima, tuttavia, di una doppia diagnosi genetica pre-impianto, che ha consentito ai medici di selezionare un embrione che non fosse portatore della malattia e che fosse compatibile con i tessuti e il sangue dei fratelli. Un procedimento del genere, Oltralpe, è considerato legale dal 2004, mentre il primo caso in assoluto si è registrato negli Usa, nel 2000. Come è stato possibile, tecnicamente, far venire al mondo un essere umano con simili caratteristiche? E, soprattutto, fino a che punto la tecnica potrà spingersi per perseguire fini svincolati dal bene dell’uomo? Il professor Roberto Colombo ci spiega i dettagli medici e le implicazioni etiche della vicenda.

Che cos’è la talassemia beta?


Le talassemie sono un gruppo di malattie ereditarie caratterizzate da un difetto quantitativo nella produzione di emoglobina, la molecola responsabile del trasporto dell'ossigeno dai polmoni ai tessuti di tutto l'organismo umano. La forma più grave è la talassemia beta. Quando il difetto genetico è presente su tutte e due i cromosomi, quello ereditato dal padre e che deriva dalla madre (talassemia major o morbo di Cooley), la malattia si manifesta intorno a nove mesi di età con una gravissima anemia, ingrossamento della milza e forte rallentamento della crescita. Se non curata, la talassemia major è spesso fatale entro i 30 anni di età.


Può spiegarci il procedimento di fecondazione in vitro e di selezione embrionale con il quale è stato fatto nascere il piccolo?


COMMENTI
10/02/2011 - Ora che c'è amiamolo. (claudia mazzola)

Come si fa a rispettare una vita umana se non amando la sua carne, che questo bimbo abbia cura dei suoi fratelli ed i suoi fratelli di lui. Proprio ora con il Movimento x la Vita abbiamo seppellito 40 bambini abortiti, questa preghiera comune è il nostro amore per loro e per tutti i piccini.