BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SE NON ORA QUANDO/ Manifestazione delle donne, Finocchiaro: siamo più di un milione

Pubblicazione:domenica 13 febbraio 2011

Il segretario Cgil Susanna Camusso (Imagoeconomica) Il segretario Cgil Susanna Camusso (Imagoeconomica)

Molta ironia negli slogan. Dalla metafora "automobilistica" usata per contrapporre il premier Belrusconi al presidente Napolitano («Napolitano: una Clio tutta la vita. Berlusconi: una Escort tutte le notti»), all'«io lavoro, tu Ruby» scritto a pennarello sulla faccia di una donna in piazza del Popolo. Spazio anche per striscioni più seri, come quello firmato "Donne del Sud": «Non chiamatemi escort, sono una puttana. Non chiamatemi puttana, sono una schiava».

 

Non sono mancati poi i cartelli di carattere più politico. Molti gli inviti al premier affinché si dimetta. A Roma un centinaio di donne ha raggiunto a piedi la sede del ministero delle Politiche sociali, dove le manifestanti hanno simbolicamente "rispedito al mittente" un pacco contenente alcune leggi: la legge 40 sulla procreazione assistita, il collegato sul lavoro e la proposta di legge Tarzia sui consultori.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.