BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SE NON ORA QUANDO/ Manifestazione delle donne, Finocchiaro: siamo più di un milione

Pubblicazione:

Il segretario Cgil Susanna Camusso (Imagoeconomica)  Il segretario Cgil Susanna Camusso (Imagoeconomica)

Molta ironia negli slogan. Dalla metafora "automobilistica" usata per contrapporre il premier Belrusconi al presidente Napolitano («Napolitano: una Clio tutta la vita. Berlusconi: una Escort tutte le notti»), all'«io lavoro, tu Ruby» scritto a pennarello sulla faccia di una donna in piazza del Popolo. Spazio anche per striscioni più seri, come quello firmato "Donne del Sud": «Non chiamatemi escort, sono una puttana. Non chiamatemi puttana, sono una schiava».

 

Non sono mancati poi i cartelli di carattere più politico. Molti gli inviti al premier affinché si dimetta. A Roma un centinaio di donne ha raggiunto a piedi la sede del ministero delle Politiche sociali, dove le manifestanti hanno simbolicamente "rispedito al mittente" un pacco contenente alcune leggi: la legge 40 sulla procreazione assistita, il collegato sul lavoro e la proposta di legge Tarzia sui consultori.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.