BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

PALERMO/ Insegnante condannata a un anno. Fece scrivere ad un alunno 100 volte: “Sono un deficiente”

Un’insegnante è stata condannata a 1 anno di reclusione per aver fatto scrivere cento volte sul quaderno ad uno studente: “Sono un deficiente”.

Fotolia Fotolia

CONDANNATA INSEGNANTE - Un’insegnante è stata condannata a 1 anno di reclusione per aver fatto scrivere cento volte sul quaderno ad uno studente: “Sono un deficiente”.

 

Giuseppa Valido, insegnante in pensione di 59 anni è stata condannata ad un anno di reclusione per aver inflitto ad un alunno una punizione esemplare. Due suoi alunni avevano impedito ad un compagno di classe di entrare nel bagno dei maschi dicendogli: «non ti facciamo passare perché tu sei una femminuccia, un gay». In seguito al grave episodio, uno dei due bulli aveva chiesto scusa, l’altro no. E’ stato allora che la Valido ha deciso di fargli scrivere 100 volte sul quaderno: “Sono un deficiente”. La vicenda, risalente al 2006, era avvenuta a Palermo nella scuola media statale “Silvio Boccone. La donna, inizialmente era stata assolta, il 27 giugno del 2007 con rito abbreviato dal gup. In secondo grado, tuttavia, il pg aveva chiesto che fosse condannata a 14 giorni di carcere. La terza sezione della corte di appello ha deciso di condannarla a un anno. La prof, in ogni caso, non passerà neanche una notte in cella, a causa della sospensione della pena e per il condono.

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

 


COMMENTI
17/02/2011 - Quando le Istituzioni non ASCOLTANO (Anna Di Gennaro)

questo è il risultato. Anni fa il medico/ministro Fioroni avrebbe sbrigativamente definito l'insegnante "mela marcia"...Ora restiamo in attesa della risposta all'interrogazione Valditara. Un nuovo appello al ministro Gelmini: agisca prima che sia troppo tardi!