BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

PALERMO/ Insegnante condannata a un anno. Fece scrivere ad un alunno 100 volte: “Sono un deficiente”

FotoliaFotolia

«Non è stata fatta giustizia. La mia cliente è profondamente offesa ed amareggiata. Si sente tradita dalle istituzioni», ha dichiarato il legale della donna, Sergio Visconti. La pensa al contrario la famiglia del ragazzo: «Ha avuto quello che si meritava. Doveva pagare il conto. Dopo quella punizione sono stato costretto a portare mio figlio dalla psicologo». Salvatore Ienna, marito dell’insegnante, spiega: «Mia moglie è amareggiata, ha lasciato la città dopo la sentenza. Per un po' rimarrà fuori Palermo. Non vuole commentare in alcun modo la sentenza».

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
17/02/2011 - Quando le Istituzioni non ASCOLTANO (Anna Di Gennaro)

questo è il risultato. Anni fa il medico/ministro Fioroni avrebbe sbrigativamente definito l'insegnante "mela marcia"...Ora restiamo in attesa della risposta all'interrogazione Valditara. Un nuovo appello al ministro Gelmini: agisca prima che sia troppo tardi!