BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IL GIORNO/ Strage Novi Ligure, parla la suora che segue Erika

Parla la suora che segue in carcere Erilka De Nardo

Erika De Nardo, foto AnsaErika De Nardo, foto Ansa

Dieci anni dopo la strage di Novi Ligure, Omar è già tornato in libertà, Erika lo sarà fra un anno. Il Giorno di oggi pubblica una intervista con Madre Mirella Ronda, suora che da più di trent'anni segue i detenuti nelle prigioni bresciane, dove si trova anche Erika. La suora ha avuto a che fare con la ragazza assassina nel carcere di Verziano.

"L'ha vista sciogliersi un poco, lavorare, dedicarsi agli studi fino a conquistare una scintillante laurea in filosofia. Senza mai perdere i connotati dell'indecifrabilità" scrive Il Giorno. Poi l'intervista: che cosa fa Erika in carcere? "Lavora in una cooperativa che si occupa di assemblaggio" risponde. "Per un po' di tempo si è dedicata anche alla confezione di bandiere. Lavora, la vedo lavorare con le altre". Il giornalista chiede se Erika parla del suo caos, l'omicidio della madre e del fratellino: "Quando è uscito il ragazzo (Omar) si è un po' arrabbiata leggendo i giornali: una specie di perché lui sì e io no".