BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CASO RUBY/ Spunta il chirurgo dell'Olgettina. Dopo i regali anche il botox?

Un chirurgo plastico coinvolto nel caso Ruby

Chirurgia plastica Chirurgia plastica

Dopo le case, i gioielli e le automobili, anche il botox? Nell'inchiesta sul caso Ruby spunta adesso anche un chirurgo plastico che si prendeva cura delle ragazze dell'Olgettina. Entra in scena Giacomo Urtis… Il Caso Ruby, ovvero la storia infinita. Spunta un nuovo protagonista del Rubygate e non è detto che sia l'ultimo. A dar retta alle notizie che giungono in continuazione, che allargano il caso e poi si sgonfiano da sole, il pacchetto regali del premier per le ragazze dell'Olgettina sarebbe stato davvero "tutto compreso".

Macchine, soldi, case e anche trattamento estetico. Che un po' di botox non si nega a nessuno nell'era dell'estetica a tutti i costi (ne sa qualcosa lo stesso capo di governo…). Nelle indagini coordinate dal pm Boccassini spunta dunque il chirurgo estetico. Ovviamente non interessa sapere che tipo di trattamento facevano le ragazze dei festini di Villa Arcore, ma piuttosto se questi trattamenti estetici li pagava il premier.

CHI E' GIACOMO URTIS - Di origine venezuelana, ha uno studio ad Alghero in Sardegna, e da qualche tempo anche a Milano. Ha 34 anni e la foto sul suo profilo Facebook si intona perfettamente al clima dei presunti festini di Arcore: un giovane chirurgo abbronzato con intorno due splendide "chirurghine" molto maliziose. Da tempo è considerato il chirurgo dei VIP. Già alcuni anni fa il suo nome era spuntato alla ribalta quando qualche paparazzo aveva beccato Nina Moric, ex moglie di Fabrizio Corona, all'aeroporto Riviera del Corallo di Alghero con un misterioso giovane.


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L'ARTICOLO