BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

YARA GAMBIRASIO/ Studio Aperto: un rito satanico con il suo sangue

Un rito satanico all'origine della morte di Yara Gambirasio. E' quanto comunica Studio Aperto da indiscrezioni apprese dagli investigatori. Ancora nessun risultato dall'autopsia

Foto Ansa Foto Ansa

Secondo quanto ha rivelato Studio Aperto nell'edizione andata in onda oggi, indiscrezioni dell'ambiente investigativo affermerebbero che Yara sia stata rapita e uccisa con uno scopo ben preciso. Quello cioè di compiere un rito satanico con il suo sangue.

Uno dei motivi di questo sospetto è che mentre il cadavere aveva parecchie ferite di arma da taglio, intorno al corpo stesso è stato trovato pochissimo sangue. La particolare posizione del corpo e la croce misteriosa trovata incisa su Yara aggiungono prove all'ipotesi del rito satanico. Contattato da L'Eco di Bergamo, don Battista Cadei, incaricato pastorale per i movimenti religiosi alternativi e conoscitore di fenomeni statistici, ha smentito invece questa ipotesi: «In provincia non ci sono notizie documentabili riguardo a episodi di satanismo». Ha poi aggiunto: «Da più di 20 anni sono attento a queste cose. Il caso di Brembate è così assurdo, che anche ipotesi assurde possono essere fatte. Ma non mi risulta che ci siano elementi di riscontro». Intanto i responsabili delle indagini e dell'autopsia su Yara, parlano di tempi lunghi: