BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

ARCORE/ Sit-in di protesta dei poliziotti di fronte alla villa di Berlusconi. Il premier a sorpresa parla con gli agenti

Foto AnsaFoto Ansa

«Il premier – ha continuato -, ci ha detto Izzo, in cambio ci avrebbe riconosciuto degli aumenti al Consiglio dei ministri del 23 marzo. E questo sarebbe avvenuto in assenza di Tremonti, visto che l’ultimo cdm, al momento di discutere gli aumenti del comparto sicurezza con i ministri Maroni e La Russa, se n’era uscito». Il suo sindacato ha esposto di fronte alla villa di Arcore uno striscione con la scritta “Berlusconi dimettiti”. Filippo Girella, segretario nazionale Ugl polizia di Stato, espone al sua versione dei fatti: «Spostare di dieci giorni l'eventuale manifestazione vale la pena per vedere se questa volta alla promessa, poi seguono i fatti. Ma noi ci fidiamo con riserva si tratta di rimandare, perché non tentare?».

© Riproduzione Riservata.