BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

IL CASO/ Janet Porter (Usa): così il battito di un bimbo "uccide" gli abortisti

Un feto di 18 giorni in aula di tribunale: è l'Heartbeat BillUn feto di 18 giorni in aula di tribunale: è l'Heartbeat Bill

Un feto può avere il battito cardiaco ed avere gravi danni cerebrali. Se la legge viene approvata, pensa che questi bimbi saranno curati meglio? O ci sarà la possibilità di altri casi Terry Schiavo?

La legge fermerà la discriminazione. Come una persona disabile o ammalata ha ancora un cuore che batte e continua a essere fatta a immagine di Dio e ha diritto a essere curata (il che include, naturalmente, acqua e cibo), così dovrà essere per il bambino. Colgo l’occasione per scusarmi a nome del mio Paese per l’orrenda tragedia e per il messaggio che abbiamo mandato a tutto il mondo con quell’atto crudele, che non sarebbe stato tollerato per un cane, con cui è stata fatta morire di fame e sete una donna disabile. Ho combattuto per la vita di Terry fino all’ultimo.


La Chiesa Cattolica ha sempre difeso la vita fin dal suo concepimento. Pensa che questa posizione sia ancor più “giusta” rispetto allo Heartbeat Bill o piuttosto questa legge rappresenta principalmente un tentativo di diminuire il numero degli aborti?

La posizione della Chiesa è giusta ed è confermata da ogni libro di biologia, embriologia e fetologia: la vita comincia con il concepimento. Come un vigile del fuoco di fronte a un edificio che brucia, stiamo solamente cercando di porre in salvo più bambini possibili in un solo viaggio. Portati in salvo questi, torneremo per salvare anche gli altri.


Pensa che una iniziativa come la vostra finisca per radicalizzare il conflitto tra pro-choice e pro-life?

In effetti, chi è in favore dell’aborto detesta questa proposta di legge. Hanno perfino scritto che la considerano più “pericolosa” dei  Personhood Amendments (che cercano di proteggere il bambino dalla concezione). Di fronte a questa proposta non possono più usare le solite tattiche allarmistiche dello “stupro e incesto” e non funzione più neppure il loro mantra favorito della “scelta”, perché la proposta dice semplicemente: se senti il cuore del bambino battere, non fermarlo. È centrata sul bambino e, come il fondatore del National Right to Life e attuale presidente dell’International Right to Life, Dr. Jack Willke, ha testimoniato di fronte alla Commissione, potrà salvare il 90/95% dei bambini altrimenti destinati a essere abortiti.


(Paolo Vites)

© Riproduzione Riservata.