BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

YARA GAMBIRASIO/ Conferenza stampa: "Servono mesi di indagini"

Pubblicazione:martedì 15 marzo 2011

Foto Ansa Foto Ansa

YARA GAMBIRASIO IL PROCURATORE DI BERGAMO - Non sono invece ancora pervenute le analisi dei tamponi effettuati sul corpo. Il dna riscontrato non appartiene né a Yara né ai familiari. "Due tracce di dna sono state individuate su un guanto di Yara e nello specifico su due dita esterne del guanto, il pollice e il medio. Il guanto è stato trovato in una tasca del giubbotto di Yara e al momento non appartiene a nessuno dei profili presenti nel database delle forze dell'ordine né alla cerchia dei familiari e delle persone verificate nelle indagini". Nessuna novità sulle cause della morte: "Si continuano ad effettuare controlli, anche sugli altri reperti che per ora non hanno dato alcun elemento utile alle indagini. Ribadisco che serve molto tempo: alla dottoressa Cristina Cattaneo abbiamo dato tre mesi ma probabilmente servirà più tempo». E sulla consegna della salma il procuratore non si è sbilanciato: "Non si può ancora sapere, serve tempo". Concludendo che le ricerche vanno avanti su centinaia di possibili sospetti anche fuori della provincia, ma che in realtà solo una persona del luogo poteva conoscere quel campo di Chignolo così fuori mano.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.