BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

YARA GAMBIRASIO/ Mattino Cinque, parla don Corrino parroco di Brembate

Don Corrinno, parroco di Brembate Sopra, foto Ansa Don Corrinno, parroco di Brembate Sopra, foto Ansa

Nel corso dell’intervista rilasciata a Mattino Cinque, Don Corinno ha detto: “Con quelle parole intendevo una cosa diversa ovvero che in noi c’è il male. C’è una solidarietà nel bene, grazie a Dio ma c’è anche una solidarietà nel male che ci fa diventare cattivi. Magari avessi potuto sapere qualcosa di più concreto da dire. Purtroppo abbiamo passato tre mesi di ansia, di smarrimento che è finita nel peggiore dei modi… come non ci saremmo mai aspettati. Yara è stata nelle mani orrende, oscene, tremende di questi che l’hanno rapita ma Yara è sempre stata nelle mani di Dio. Il mio compito è quello di far prevalere la speranza, la fiducia, la solidarietà” 

Il parrocco conclude l’intervista lanciando un appello a chi ha ucciso Yara: “Se hanno ancora un briciolo di coscienza, di umanità, trovino la maniera di parlare per finire questo incubo, questa tragedia.”

© Riproduzione Riservata.