BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IMPERIA/ Ragazza di 20 anni costretta a vivere con una pallottola nella testa

Samira Ben Saad Samira Ben Saad

NON RIESCE PIU’ A PARLARE - La ragazza però nel frattempo si è dimenticata tutto. Capisce le frasi in francese, risponde a chi la chiama per nome, ma non sa spiegare nulla ai carabinieri che cercano di ricostruire cosa sia avvenuto quel giorno. Il professor Giorgio Barabino, primario del reparto di Rianimazione, spiega: «Abbiamo trovato un quadro generale non irrecuperabile. Ha fatto assensi, ma senza parlare». Hanno provato a darle carta e penna, ma la ragazza è riuscita solo a scarabocchiare frasi incomprensibili che non hanno nessun senso né in francese né in arabo.

 

LACRIME RIVELATRICI - Ma a dimostrazione del fatto che la 20enne ha recuperato la memoria, quando in ospedale sono venuti a trovarla la madre, gli zii e i cugini giunti da Valence, Samira è scoppiata a piangere. «Ho fiducia in questi medici. Mi danno speranza», ha commentato la madre. Mentre Barabino ha aggiunto: «Il contatto con il suo ambiente, la sua realtà, gli affetti è fondamentale nella ripresa. Racconterà più lui di lei. Dopo un trauma così forte e l’assenza si hanno risvegli con contatti nulli o quasi nulli con l’episodio che ha colpito, oppure risvegli senza inibizione, fino a forme di delirio che poi verranno riassorbite».

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.