BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO RUBY/ Trovato il diario sul suo pc: Berlusconi mi disse che poteva avere tutto. Mi diede 46mila euro

Pubblicazione:giovedì 24 marzo 2011

Foto: Imagoeconomica Foto: Imagoeconomica

La portano a Villa san Martino. Con il premier. Di quella sera si è già detto tanto. Berlusconi, le trenta ragazze, la canzone che il premier dedica alla giovane marocchina. Poi, il bunga bunga. «il suo harem personale, nome copiato dal suo caro amico libico Gheddafi». Ruby non ci sta. «lo mi rifiutai dicendo che volevo andare a casa. Il presidente mi chiamò nel suo studio e mi disse che avrebbe potuto cambiare la mia vita. Risposi che avrei accettato se lo avesse fatto per umanità ma non per avere un tornaconto». 

Qui, si aggiunge un particolare, una sfumatura, finora, inedita: «Si mise a ridere e con tono sarcastico mi disse che non cercava tornaconto e che lui poteva avere tutto quello che voleva. lo gli risposi che io non ero tra "quel tutto". Si mise a ridere e mi diede una busta». Nella busta, vi trovò «collier d'oro con diamanti di Damiani insieme a 46 mila euro». Uno sfogo, infine, contro il pm procuratore aggiunto di Milano Pietro Forno: «Non vuole arrivare a me, cioè, lui, il suo interesse non è arrivare a sapere cosa faccio io, lui vuole arrivare a colpire Silvio Berlusconi e Lele Mora, capito?».

 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.