BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GEMELLINE SCOMPARSE/ Il nonno attacca il procuratore svizzero, "Per voi contano i soldi"

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Ecco alcuni passaggi dello scritto in italiano.

LETTERA APERTA AL PROCURATORE DEL CANTONE VAUD IN MERITO ALL’INCHIESTA SULLA SCOMPARSA DELLE GEMELLE ALESSIA E LIVIA


Saint Sulpice, 27 marzo 2011

Signor Procuratore,

Le devo confessare di essere sorpreso, per non dire scandalizzato, per la vostra dichiarazione alla stampa in merito alla scomparsa delle gemelle Alessia e Livia. Dichiarazione del 25 marzo, fondata esclusivamente su delle ipotesi e non su fatti provati… Mi riferisco in particolare alle vostre affermazioni sui costi dell’inchiesta, tali da far pensare che nei vostri propositi conti di più il denaro necessario per le ricerche delle scomparse del loro stesso ritrovamento… Permettete ora di porvi una domanda: avreste mai fatto le stesse dichiarazioni se si fosse trattato dei vostri bambini?
 
Vi prego di accettare, Signor Procuratore, i miei distinti saluti.
Francesco Lucidi, Nonno delle gemelle scomparse



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.