BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

LAMPEDUSA/ Emergenza profughi, sono 7mila, condizioni igieniche a rischio

La situazione drammatica di Lampedusa dove ormai sono ammassati circa 7mila clandestini. Il governatore della Sicilia lancia l'allarme, isola in ginocchio, il governo deve intervenire

Foto AnsaFoto Ansa

Non si arresta lo sbarco di profughi nell'isola italiana di Lampedusa. Solo nelle ultime 24 ore ne sarebbero arrivati 1.933. E la cifra complessiva sarebbe adesso di 7mila persone: tenendo conto che in tutta l'isola ci vivono 6mila persone, è chiaro che la situazione è ormai al collasso. Le condizioni igieniche sono gravi e precarie e se non c'è rischio di epidemie, il disagio per tutti è totale.

Poco fa è stato poi segnalato un ennesimo scafo in difficoltà a circa sette miglia dalle coste dell'isola. Tre motovedette della guardia costiera stanno cercando di raggiungerlo per mettere in salvo le persone a bordo, sembra circa 300. Il governatore della Sicilia Raffaele Lombardo ha lanciato un drammatico grido, l'isola è distrutta. Lombardo ha chiesto a Berlusconi un consiglio dei ministri straordinario per affrontare la situazione. Il governatore chiede navi civili e militari su cui mandare gli immigrati, identificarli, provvedere al rimpatrio o alla concessione di status di rifugiato se se ne hanno i titoli. Al momento, prosegue Lombardo, l'isola di Lampedusa per le strutture che ha può ospitare solo 800 persone. Intanto a livello di maggioranza si registra la presa di posizione della Lega che ha chiesto il blocco navale davanti alla Libia e ha contestato la proposta del ministro Frattini di dare 1500 euro a ogni immigrato che accetti di tornare nella propria patria.