BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ 28 marzo 2011: santo Stefano Harding

Tutti i SantiTutti i Santi

Questo provvidenziale dono fu vitale per il futuro del monastero. Ben presto altri monaci si aggiunsero, al punto che dal 1113, santo Stefano inviò monaci a fondare le abbazie di La Ferté, Pontigny, Clairvaux con s. Bernardo come abate e Morimond, che furono proprio chiamate “le quattro figlie di Citeaux”.
Iniziò quindi, grazie anche al grande contributo di santo Stefano e san Bernardo, un periodo di grande prosperità per i monasteri cistercensi in tutta Europa.
Con la Carta della Carità santo Stefano riuscì a unire i vari monasteri con un legame di carità e unità, secondo un ordine gerarchico. Questa costituzione fu approvata il 23 dicembre 1119 da papa Callisto II, confermando così la fondazione dell’Ordine Cisterciense. La Santa Sede propose questa costituzione come modello, a tutti gli Ordini religiosi, nel IV Concilio Lateranense del 1215.
Dopo 24 anni di governo a Citeaux  santo Stefano, stanco ed ammalato, si dimise nel 1133 e morì il 28 marzo 1134; alla sua morte l’Ordine Cisterciense contava già più di settanta monasteri diffusi in tutta Europa.

© Riproduzione Riservata.