BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CORTE DI CASSAZIONE/ Articoli su blog: ok al sequestro preventivo, se considerati diffamatori

Fotolia Fotolia

Secondo la Suprema Corte, il sequestro preventivo «allorché cada su un qualsiasi supporto destinato a comunicare fatti di cronaca ovvero espressioni di critica o ancora denunce su aspetti della vita civile di pubblico interesse non incide solamente sul diritto di proprietà del supporto o del mezzo di comunicazione ma su un diritto di libertà che ha dignità pari a quello della libertà individuale».

 

Per questo, «occorre che la sua imposizione sia giustificata da effettiva necessità e da adeguate ragioni, il che si traduce in concreto in una valutazione della possibile riconducibilità del fatto all'area del penalmente rilevante e delle esigenze impeditive tanto serie quanto è vasta l'area della tolleranza costituzionalmente imposta per la libertà di parola». 

© Riproduzione Riservata.