BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

’NDRANGHETA/ Maxi operazione, in manette 41 persone. Anche il sindaco di una città australiana

Una maxi operazione ha portato all’arresto di 41 persone affiliate all’ndrangheta e ha permesso di identificare ramificazioni sparse per il mondo ma subordinate ai vertici reggini .

Fotolia Fotolia

MAXI OPERAZIONE CONTRO L’NDRANGHETA - Una maxi operazione ha portato all’arresto di 41 persone affiliate all’ndrangheta e ha permesso di identificare ramificazioni sparse per il mondo ma subordinate ai vertici reggini .

 

I Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria e il R.O.S., assieme alla Squadra Mobile della Questura hanno condotto a termine una maxi-operazione contro l’ndrangheta. Sono 41 le ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip in seguito alla richiesta della Dda di Reggio Calabria. Sono state messe le manette ad esponenti dei clan che operavano in un ottica internazionale. Non solo Calabria, ma anche Germania, Canada e Australia.

 

Entro i confini europei, per gli ‘ndranghetisti sono scattate questa notte le manette, per Canada e Australia sono stati emanati mandati di cattura internazionali. L’operazione è stata denominata il Crimine 2 ed è la prosecuzione di Il Crimine 1, che lo scorso 13 luglio portò all’arresto di 304 persone. Ha consentito di comprendere come i meccanismi e il modello dell’ndrangheta sia stato replicato non solo nel nord Italia, in Lombardia, ma anche all’estero, con ramificazioni facenti capo ai vertici di Reggio Calabria.

 

CLICCA >> QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO