BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FESTA DELLA DONNA/ Gli auguri di Napolitano durante la cerimonia al Quirinale: "Basta donne oggetto"

Foto Ansa Foto Ansa

Ad essere maggiormente penalizzate dalla situazione, «le ragazze, le giovani in cerca di occupazione e ciò comporta il rischio che siano sacrificate energie e potenzialità». Srebbe una grande perdita. Napolitano, infatti, si è compiaciuto della grande professionalità che ha potuto vedere «vedere incontrando qualche giorno fa al Cern di Ginevra ricercatrici italiane che si fanno valere».

 

 «Se è evidente che le donne stesse devono agire da protagoniste nel condurre fino in fondo la marcia verso la parità – ha poi ribadito  - , gli uomini non sono esentati dal dovere di comportarsi come loro validi e solidali compagni». La parità di genere, ragiona l’inquilino del Colle, «non riguarda solo le donne così come le battaglie per dare a tutti i cittadini una vita decorosa non riguardano solo i poveri, le lotte per la libertà politica non sono esclusiva dei dissidenti, quelle per la tolleranza non toccano solo le minoranze». Quindi «anche l'avanzamento verso la parità di genere –conclude - , non può non essere parte di una generale ripresa di valori civili».

 

© Riproduzione Riservata.