BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

YOUTUBE FINE VITA/ Video – La conferenza stampa con Englaro e Di Pietro

Peppino Englaro, in conferenza stampa con Antonio Di Pietro, definisce un diritto irrinunciabile quello a lasciarsi morire, distinguendolo dal “darsi la morte”. 

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Peppino Englaro, in conferenza stampa con Antonio Di Pietro, definisce un diritto irrinunciabile quello a lasciarsi morire, distinguendolo dal “darsi la morte”. 

Antonio Di Pietro, dopo aver partecipato ad una conferenza stampa sul testamento biologico, la cui legge relativa definisce «liberticida e oscurantista» concede spazio sul proprio blog all’intervento di Beppino Englaro. «Dal momento che mia figlia non era già più capace di intendere e di volere, io volevo sapere da lui fino a che punto si poteva spingere la medicina per fa sì che lei non diventasse una vittima sacrificale di meccanismi che io ho sempre definito infernali», dice Englaro, riferendosi al medico, la cui risposta era stata: «Io non posso non curare».

Englaro si dice sconvolto della «violenza» che tali situazioni possono scatenare e della risposta datagli dal medico a cui chiedeva con quale diritto si “ostinasse” a volere curare Eluana. Il medico aveva risposto «con parole del tipo scienza, coscienza, codice deontologico e giuramento d’Ippocrate». Englaro, poi, ribadisce le sue convinzioni in materia, le stesse della magistratura che gli ha permesso di staccare la spina alla figlia. «Quando io non mi faccio curare non rivendico il diritto di morire, rivendico il diritto di essere lasciato morire, che non ha niente a che vedere con l’eutanasia. La Corte di Cassazione si è espressa in questo senso, ma poi il Parlamento ha sollevato il conflitto di poteri».

In sostanza, «ci sono anche persone, come Eluana – è la conclusione di Englaro - che vivono una situazione peggiore della morte, e devono avere l’opportunità di dire no all’offerta terapeutica perché la giudicano di una violenza inaudita e non vogliono andare incontro a situazioni peggiori della fine della vita».

CLICCA >> QUI SOTTO PER IL VIDEO DI YOUTUBE DELLA CONFERENZA STAMPA CON ENGLARO E DI PIETRO