BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BRESCIA/ Studentessa pachistana troppo bella: la famiglia islamica la chiude in casa

Pubblicazione:venerdì 15 aprile 2011

Foto Ansa Foto Ansa

TROPPO BELLA, VIENE CHIUSA IN CASA - A Brescia, una ragazza pakistana è segregata in casa da due settimane e non può frequentare la scuola. La famiglia islamica musulmana non le perdona di piacere ai ragazzi.

Un  ragazza pakistana non potrà seguire le lezioni perché obbligata dai propri genitori a rimanere segregata in casa e – nonostante sia la prima della classe – sarà bocciata. Avviene in Italia. Si tratta di una denuncia fatta sul quotidiano locale Brescia Oggi da parte di un insegnante di Storia dell’istituto professionale di Brescia frequentato dalla giovane. La sua colpa? E’ troppo bella, attrae i ragazzi, involontariamente.

Per la famiglia, islamica, è una colpa inaccettabile, fonte di vergogna e disonore, un insulto e una trasgressione delle regole imposte dall’interpretazione radicale delle norme coraniche. Per questo, i fratelli della giovane hanno deciso di parlare ai genitori delle reazioni suscitate nei ragazzi in virtù della sua avvenenza e tutti insieme hanno deciso di chiuderla in casa. «Quando l'abbiamo vista sparire ci siamo detti "ecco, ci risiamo"», spiega il docente.


  PAG. SUCC. >