BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

INCIDENTI SUL LAVORO/ Padova Muore un operaio nello stabilimento dell’acqua Vera

Pubblicazione:

Foto: Imagoeconomica  Foto: Imagoeconomica

MORTO UN OPERAIO NEL PADOVANO - Un operaio è morto sul lavoro, nello stabilimento dell’Acqua Vera di via Valsugana a San Giorgio in Bosco, nel Padovano. L’uomo, Michele Zoccaratato, aveva 49 anni ed è stato trovato intorno alle 5 del mattino dai suoi colleghi.

Si trovava accanto alla macchina utilizzata per mettere il cellophane ai bacali che sono usati per la spedizione dell’acqua. Non appena il suo corpo è stato rinvenuto, sono giunti sul posto i mezzi del 118 ma per lui non c’era più nulla da fare. Sull’incidente indagano i carabinieri della compagnia di Cittadella mentre un’indagine tecnica sulla dinamica dell'incidente è in corso da parte dello Spisal di Padova. Nel frattempo  il macchinario è stato sottoposto a sequestro, mentre è stato aperto un fascicolo per omicidio colposo. 

Per lunedì, intanto, è stato proclamato uno sciopero, dal momento che i sindacati sostengono che la pressa, mentre il lavoratore vi si trovava accanto, non si sarebbe dovuta muovere attorno al bancale. I 220 lavoratori dell’azienda sono sotto choc, mentre il segretario generale della Flai Cgil del Veneto, Renzo Pellizzon, afferma: «si tratta di una fabbrica ad alta automazione in cui un incidente del genere non sarebbe dovuto accadere. Lo Spisal farà ora i dovuti accertamenti per ricostruire la dinamica e le cause. Quello che è certo è che non è accettabile che si debba ancora morire sul lavoro e, per quanto ci riguarda, saremo attenti affinché tutte le responsabilità vengano accertate».



  PAG. SUCC. >