BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Cronaca

SANTO DEL GIORNO/ 15 aprile 2011: san Damiano De Veuster

Tutti i SantiTutti i Santi

Si fermano per turni di ben 34 settimane, ma san Damiano una volta giunto a Molokai vi resta per sempre, dedicandosi alle sofferenze del prossimo. Infatti, il governo teme che al suo ritorno possa contagiare e per questo gli impedisce di lasciare l’isola con i suoi 780800 malati ad alta mortalità.
Per i suoi malati san Damiano è non solo un prete, ma anche un medico che si prende cura del loro corpo, e proprio un padre che li accompagna nelle ultime ore. Egli si preoccupa che non vada persa la dignità dei malati. Per questo fa creare da loro alcune opere, per lavorare la terra, costruire orfanotrofi. Nel 1885 scopre di essere stato contagiato anche lui, deve attendere molto tempo prima che arrivi un prete a confessarlo, il padre belga Conrardy, pochi mesi prima della morte. Muore dopo un mese di letto, e mille malati di lebbra lo seppelliscono ai piedi di un albero. Nel 1936 il suo corpo verrà riportato in Belgio, a Lovanio. Giovanni Paolo II lo beatificherà a Bruxelles nel 1995.

(Fonte: santiebeati.it)

© Riproduzione Riservata.