BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Brescia, ragazza pakistana: caso risolto

Foto Ansa Foto Ansa

 Il console Syed Muhammad Farooq si è impegnato per far capire ai fratelli che nel Corano, da nessuna parte sta scritto che una ragazza non può uscire da sola, non può vivere la propria esistenza o sposarsi con chi vuole. I familiari sono stati abbondantemente redarguiti circa il loro comportamento, ai limiti del sequestro di persona, minacce e violenze, e si sono impegnati a lasciar condurre alla giovane un’esistenza normale. Il console, dal canto suo, ha ironicamente assicurato che se qualcuno la vorrà fare rientrare in Pakistan contro la sua volontà, lui metterà il suo nome su una lista nera e le sarà impossibile oltrepassare la frontiera.  

© Riproduzione Riservata.